Il Mattino di Padova 10-03-2013

Omar Bini (Unica Telecomunicazioni): <<Le Pmi venete la nostra sfida>> Vogliamo dare una marcia in più alle imprese venete.

 

Unica Telecomunicazioni è un ITSP radicato nel territorio del Veneto con l’obbiettivo di dotare le Pmi di strumenti ICT su misura per   migliorare i loro processi operativi interni e renderle più efficienti. A questo scopo ha sviluppato una piattaforma Cloud di Unified Communication and Collaboration denominata Azienda Senza Confini.

Quale è la situazione attuale del mercato?

Il mercato delle comunicazioni unificate cresce bene per quanto riguarda la parte relativa ai sistemi di comunicazione integrata e aumenta addirittura con tassi di crescita di due cifre per la parte relativa alla collaborazione, che però è ancora in fase di introduzione. In Italia la maggior parte delle aziende grandi e medio grandi sta abbracciando le comunicazioni unificate e la collaborazione per risparmiare sui costi, rendere più flessibili le comunicazioni, sviluppare la collaborazione all'interno e all'esterno dell'azienda e informatizzare i processi produttivi, con lo scopo di aumentare la produttività.

E per le Pmi?

Le  piccole e medie aziende ancora non utilizzano queste tecnologie perché attualmente richiede loro uno sforzo, soprattutto di carattere finanziario e  organizzativo, che ne preclude l’accesso.

Quali sono gli ingredienti per lo sviluppo del mercato ICT per le Pmi?

In questo momento di incertezza vedo una manifesta difficoltà a fare emergere i temi della crescita e dello sviluppo, che invece dovrebbero restare al centro delle priorità delle imprese venete e diventare la leva di una maggiore efficienza. Rapporti autorevoli di Osservatori come il Politecnico di Milano e IDC dimostrano come le aziende che utilizzano in maniera mirata l’IT riescono ad essere più efficienti e a competere meglio in un mercato globalizzato.  La nostra sfida è proprio quella di dotare le Pmi venete di queste tecnologie attraverso una formula che prevede  l’assenza di investimenti onerosi in infrastrutture IT, un’analisi mirata per individuare le parti nevralgiche del business che possano beneficiare delle tecnologie abilitanti e una presenza costante a fianco dell’azienda.

A quali esigenze aziendali rispondono davvero le Comunicazioni unificate?

Oltre all’eliminazione della gestione dei sistemi, c’è il supporto alla mobilità delle persone che è fondamentale per le piccole e medie aziende. La combinazione di Cloud e servizi, che si integrano totalmente con l’infrastruttura esistente, permette per esempio di comunicare con  clienti e collaboratori senza restare vincolati all’ufficio , di accedere ai dati e applicazioni aziendali in tutta sicurezza dovunque ci si trovi, di gestire in maniera più veloce, efficiente e collaborativa  molti dei processi di business e di customer care  con un aumento tangibile delle performance e dell’efficienza dell’azienda.

Il Cloud quindi rende accessibili le tecnologie ICT per le Pmi?

In Italia siamo rimasti indietro nell’innovazione proprio a causa delle difficoltà ad investire risorse nell’Ict. Il Cloud è senz’altro un mezzo che abbatte questa barriera  perché non ci si deve dotare dell’onerosa infrastruttura IT necessaria, ma si usufruisce di un servizio pagando solamente ciò che si utilizza, senza preoccuparsi della gestione, del mantenimento e degli aggiornamenti. Questo per le Pmi è fondamentale perché rimangono solamente i vantaggi in termini di efficienza senza pianificazioni finanziarie per acquistare e gestire complesse  infrastrutture IT.

Per saperne di più sulle funzionalità della Piattaforma Azienda senza confini?

Abbiamo realizzato un video che spiega le principali funzioni della piattaforma visibile  su www.aziendasenzaconfini.it  Mattino di Padova di domenica 10 marzo parla di noi: una presentazione della soluzione Azienda Senza Confini.

Il Mattino di Padova 10-03-2013