Giornata del Lavoro Agile a Milano il 6 febbraio

 Lo scorso 6 febbraio nell’area metropolitana di Milano e non solo, grazie all’iniziativa promossa dal comune con l’obiettivo di diffondere un modello di lavoro più “agile”, si è tenuta la Giornata del Lavoro Agile, che ha coinvolto quasi 6000 lavoratori di 103 aziende.

Secondo il modello dello Smart Work  il lavoratore può svolgere la propria attività ovunque, da casa o dal bar, dal parco o dalla palestra, e organizzare il proprio tempo in modo più elastico, raggiungendo un miglior equilibrio fra vita privata e vita professionale.

Chiara Bisconti, assessore al Benessere, Tempo Libero e Qualità della Vita del Comune di Milano, ha dichiarato: “La città ha avuto una risposta fantastica. La soddisfazione di chi ha partecipato è evidente, lo abbiamo visto anche dai commenti e dalla quantità di interventi sui social network.

Proprio i social network sono stati i veri termometri del successo della Giornata con oltre 1.500 tweet con l’hashtag #lavoroagile su Twitter e decine di foto delle postazioni di lavoro “smart” pubblicate dai lavoratori agili su Facebook.

A seguito dell’iniziativa i partecipanti sono stati chiamati a rispondere ad un questionario online.

Ne è emerso che grazie alla Giornata del Lavoro Agile ciascun lavoratore ha risparmiato mediamente 112 minuti, quasi 2 ore, e ha evitato di percorrere 57 km con i propri mezzi di trasporto (auto o moto) per recarsi al posto di lavoro.

I lavoratori che hanno partecipato alla Giornata hanno dimostrato di gradire l’iniziativa attribuendo un punteggio di 4,7 su un massimo di 5. Inoltre il 68% di loro ha dichiarato di aver lavorato con maggior efficienza e il 62% ha detto di aver terminato più velocemente le proprie occupazioni.

Giornata del Lavoro Agile a Milano il 6 febbraio